10 posti da vedere oltre Venezia

Ci viene chiesto molto spesso cosa andare a vedere oltre Venezia.

Il Veneto ha molto da offrire e molte località sono raggiungibili in poco tempo in auto partendo dell’agriturismo Ca’ Marcello. Qui ne abbiamo raccolte alcune.

Riviera del Brenta

Non possiamo che partire dalla nostra Riviera del Brenta.

Tutta l’area della Riviera del Brenta fu, a partire dal ‘500, caratterizzata dapprima da una corsa  al possesso di terre da coltivare da parte dei nobili veneziani che volevano investire sull’agricoltura.
Dal ‘700 la Riviera del Brenta divenne sempre più luogo di delizia e villeggiatura con le sue ville, i parchi e i curatissimi giardini.

Riviera del Brenta, Venezia, Veneto
Con il Burchiello era garantito un servizio giornaliero di trasporto passeggeri che collegava Venezia a Padova.
Ecco perchè la Riviera del Brenta, con le sue numerose ville, è considerata un prolungamento del Canal Grande.
Sono poche le ville visitabili e per avere la certezza delle aperture (alcune sono aperte solo la domenica da aprile a ottobre) consigliamo di rivolgersi all’ufficio informazioni che si trova presso Villa Rezzonico Foscari a Mira.

Per scoprire la Riviera del Brenta ci sono diversi modi: in auto, con la bicicletta, o con una delle crociere lungo la Riviera del Brenta.

La partenza ideale è Fusina ammirando Venezia e poi via via risalendo il naviglio verso  Malcontenta e la sua Villa Foscari del Palladio. Proseguendo per Oriago, Dolo, e arrivando fino a Stra.

Chioggia

Partendo dall’agriturismo Ca’ Marcello, in mezz’ora d’auto si arriva a Chioggia, avamposto sud della laguna di Venezia.

Vista dall’alto ricorda una lisca di pesce: dalla spina dorsale del corso e del canale della Vena, si dipartono le calli a est e ovest, come lische.
Corso del Popolo è l’arteria delle attività produttive e dei servizi. Alla fine del corso c’è piazzetta Vigo, caratterizzata da una colonna in marmo del XII che regge un leone di S. Marco.

Chioggia è il principale centro peschereccio della laguna e il suo mercato del pesce (tutte le mattine escluso il lunedì) vale sicuramente la visita della città.

Una curiosità che non tutti sanno è che a Chioggia c’è l’orologio più antico del mondo. Si trova sulla torre campanaria della Chiesa di Sant’Andrea.

Chioggia, Laguna di Venezia

Padova

Parte dell’importante asse commerciale Padova – Riviera del Brenta – Venezia, la città patavina ha una storia che porta all’impero romano e oltre dato che sono stati rinvenute tracce paleovenete risalenti ai secoli X- XI a.C.
Un’antica leggenda narra che la città di Padova sia stata fondata da Antenore, in fuga da Troia data alle fiamme.

Per Padova bisogna prevedere almeno una giornata di visita, soprattutto se si vogliono visitare i posti più conosciuti come la Cappella degli Scrovegni affrescata da Giotto, oppure il battistero del Duomo (finito di essere restaurato proprio nel 2020), il palazzo della Ragione,  la Basilica di Sant’Antonio di Padova, o il giardino botanico.  Senza contare le mostre che spesso hanno luogo presso il palazzo Zabarella. Da non dimenticare che Padova è un’antica città universitaria, con un’illustre storia accademica.

Padova, Veneto

Colli Euganei

I Colli Euganei sono vicini a Padova e si innalzano improvvisamente dalla pianura circostante.
“Questi colli crescono di sorpresa da una pianura perfettamente piatta fino al loro piede. […] Dalle loro cime poi si dominano panorami così aperti, così vasti che ci si dimentica di trovarsi a modestissime quote.”
[da una targa posta agli Olivetani sul  Monte Venda- Aldo Pettenella, Colli Euganei. La memoria lunga del paesaggio – 1995]

I Colli Euganei e i dintorni offrono la possibilità di visitare tanti piccoli paesi; alcuni sembrano sospesi nel tempo.
Primo fra tutti Arquà Petrarca, uno dei borghi più belli d’Italia. Poco lontano si trova Villa Valsanzibio, di cui si può visitare il bel giardino con fontane, labirinti, scherzi d’acqua.
Ma ci sono anche il Castello del Catajo con il suo bellissimo giardino e le sale interne affrescate.
E poi a sud dei Colli vicinissime ci sono le città murate di Montagnana (mura tra le meglio conservate al mondo), Este, con il suo museo archeologico che testimonia la vita di Este dalla preistoria all’età romana, e infine Monselice.
Da non dimenticare l’importanza  delle terme tra Abano e Montegrotto, frequentate e molto conosciute già ai tempi degli antichi romani, e in base agli ultimi ritrovamenti anche tra il terzo e il secondo millennio a.C.

Colli Euganei, Padova, Veneto

Per gli amanti delle camminate nella natura i Colli Euganei sono un’ottima scelta, per la varietà di  vegetazione che vi si incontra e per i panorami che si aprono. Il Parco dei Colli Euganei ha una buona rete di sentieri ben segnalati.

Colli Euganei, Padova, Veneto

Treviso

La città di Treviso è caratterizzata dalle acque degli affluenti del Sile e dal Sile stesso,  il fiume di risorgiva più lungo d’Europa, che bagna la città a sud.
Treviso ha sviluppato  le sue attività principali grazie alla presenza dell’acqua, con numerosi mulini adibiti a diverse attività.
È piacevole passeggiare tra le strade, i portici, le piazze di Treviso, e scoprirne i suoi tesori nascosti, e cercando tra le case le ruote dei mulini ancora esistenti anche se non più funzionanti.
Lo scorcio più caratteristico è il Canale dei Buranelli, con case porticate che si riflettono nell’acqua: un angolo romantico dell’antica Treviso.

Treviso, Veneto

Vicenza

Vicenza è la città palladiana, conosciuta per la sua architettura.
Il suo cuore è Piazza dei Signori, con l’inconfondibile mole del Palazzo della Ragione.
Le vie della città parlano di Palladio: numerosi sono i palazzi da lui costruiti.
L’ultima opera di Palladio è stato il bellissimo Teatro Olimpico.

La visita della città non può prescindere dalla salita alla Basilica di Monte Berico, che si trova su una collina da dove si gode di una bella vista panoramica sulla città di Vicenza.
Poco lontano si trova Villa Valmarana con mirabili dipinti del Tiepolo.
Non ultima è la Rotonda, ossia Villa Almerico Capra, uno dei capolavori di Palladio.

Vicenza, Veneto

Cittadella e Castelfranco Veneto

Cittadella è un’affascinante cittadina che conserva ancora la cinta muraria a forma elicoidale del XIII secolo, con il camminamento di ronda ancora percorribile. Si passa attraverso le porte di accesso alla città, le torri, torrette, con un punto di vista privilegiato su tutta la città e l’area circostante.
Al camminamento di Cittadella si accede da Porta Bassano  e si ha anche la possibilità di visitare il museo Civico Archeologico che s trova all’interno di Torre Malta, che sopra ha anche un bel Belvedere.

Cittadella

In asse con Cittadella c’è Castelfranco Veneto, altra città fortificata. In questo caso le mura formano un quadrilatero che cinge l’insediamento originario dove si entrava attraverso le quattro porte di accesso. La meglio conservata è quella verso Treviso con l’orologio e il Leone di San Marco.
A Castelfranco Veneto è nato Giorgione e infatti qui è possibile visitare la casa natale del pittore.

Castelfranco Veneto

Marostica, Bassano, Asolo

Marostica è una città medievale fortificata.
Spiccano il Castello Superiore e il Castello Inferiore. Il Castello Inferiore con il suo imponente mastio è visitabile e si può salire fino in cima da dove si ha una bella vista sulla Piazza degli scacchi, famosa per la partita a scacchi con personaggi viventi, che si svolge ogni due anni la seconda settimana di settembre.
Con una passeggiata si raggiunge anche il Castello Superiore per ammirare il panorama che si apre sulla pianura circostante e su Marostica.

Marostica, Veneto

Molto vicina a Marostica c’è Bassano del Grappa.
Bassano del Grappa è famosa per due ragioni: il Ponte degli Alpini e la grappa 😉

Il Ponte sul Brenta è il simbolo della città. È un ponte coperto costruito in legno per resistere alle frequenti piene del Brenta. Dalle sue spallette si possono ammirare entrambe le rive del Brenta e dalla parte del centro storico di Bassano si nota svettare il Castello superiore, nucleo originario della città.
Dal ponte si raggiungono subito le distillerie Polo, dove si può vedere come viene prodotta la grappa in un piccolo museo.
Vale la pena una visita al centro cittadino toccando piazza della Libertà, Piazza Garibaldi, il Castello Superiore e Palazzo Sturm.

Bassano del Grappa, Vicenza, Veneto

Dopo Bassano si può raggiungere Asolo.
Asolo è stata definita da Giosuè Carducci la città dei cento orizzonti per gli innumerevoli panorami  che si aprono attraverso i varchi delle vie medievali.
Grazie alla sua posizione, Asolo è stata abitata fin dai dall’epoca preistorica.
La cittadina è circondata da mura, ed è disposta sul dorso di un colle. Il suo centro è Piazza Garibaldi, contornata da bei palazzi signorili. Le principali strade di Asolo sono fiancheggiate da portici che ospitano molte botteghe dove fare acquisti di prodotti tipici e non solo.

Dalla piazza si può salire al Castello della Regina Cornaro, di origine medievale, oppure si può raggiungere  la Rocca da dove è possibile ammirare il paesaggio circostante e arrivare con lo sguardo alle Dolomiti oppure a Venezia.

Asolo, Veneto

Le cittadine di Castelfranco Veneto, Cittadella, Marostica, Bassano del Grappa e Asolo possono costituire una gita d fare in giornata, in quanto sono tutte piccole, e abbastanza vicine tra loro, accomunate dall’essere tutte città fortificate, con mura più o meno ben conservate, e spesso accomunate dalle stesse vicissitudini storiche.

 Approfondimenti e suggerimenti di visita

Riviera del Brenta
Padova
Treviso
Arquà Petrarca e Villa Valsanzibio
Castello del Catajo e San Pelagio
Montagnana
Cittadella
Bassano del Grappa

Consiglio di soggiorno

Per la vostra vacanza presso l’agriturismo Ca’ Marcello di più notti (da 3 notti in su), consigliamo gli appartamenti. Ci sono gli appartamenti bilocali per 2-3 persone, oppure gli appartamenti trilocali per 4-5 persone.
Per informazioni su prezzi e disponibilità contattare info@camarcello.com